Il gatto siberiano è un gatto che mantiene le caratteristiche comportamentali di un felino selvatico in maniera più marcata rispetto ad altre razze. Si tratta di un animale istintivo, che tiene molto alla gerarchia che si instaura tra i vari membri della famiglia, sia umani che altri animali; potrete notare quindi che il gatto siberiano terrà comportamenti molto diversi rispetto ai diversi abitanti della casa, ai quali assegna dei ruoli ben precisi. 

La mamma: il ruolo della mamma lo ha la persona che lo nutre (sì, anche se non necessariamente un componente femminile della famiglia). il cibo è il primo legame che instaura da cucciolo e chi lo nutre e lo cura sarà la persona destinataria delle maggiori fusa e atteggiamenti affettuosi.

Il fratello di branco: questo è il ruolo che il gatto siberiano riserva ai fratelli. Compagni di gioco, vittime dei suoi agguati e sfide senza tregua, anche primi amori. Giocando il gatto impara a crescere sano, a cacciare, ad allacciare rapporti sociali con altri della sua specie e non. Non stupitevi quindi se alla “mamma” riserverà coccole e affetto, ma snobberà i suoi tentativi di gioco, mentre ai “fratelli” riserverà agguati, sorprese, buffi attacchi bellicosi. I fratelli sono anche i membri della famiglia con cui ama dormire. Insomma, coccole alla mamma, ma si dorme con il branco, che dà la sicurezza del gruppo e un senso di protezione.

Insomma, ognuno ha un ruolo diverso nella vita del micio. Imparate a sfruttare e capire queste sue tendenze sociali a vostro vantaggio!